Immagino che per molti questa sia la prima domanda, una volta deciso di ristrutturare la propria casa: da dove comincio?

Individuato l’immobile se si è in fase di acquisto, la prima cosa da fare è trovare un tecnico – un architetto – che possa visionarlo, valutare le sue condizioni e capire con il cliente quali sono gli interventi necessari da effettuare, quali pratiche edilizie servono per la realizzazione e ipotizzare le tempistiche di progettazione ed esecuzione dei lavori.

Una volta capite le priorità e fatto un primo sopralluogo, l’architetto potrà preparare un preventivo che considera la consulenza in tutta la sua durata, dal progetto alla realizzazione, dalle pratiche burocratiche alla direzione lavori. Se pensi di aver trovato l’architetto giusto, allora è il momento di affidargli l’incarico e iniziare!

Prima di tutto

E’ importantissimo fissare un budget e comunicarlo il prima possibile all’architetto, che sarà il tuo interlocutore per tutta la durata della ristrutturazione e medierà con l’impresa, gli artigiani e i fornitori, si occuperà anche dei conti e delle liquidazioni finali. Altra cosa importante è definire degli obiettivi, spiegare all’architetto quali sono le esigenze e i desideri, in modo che possa tradurli nel tuo progetto.

Un punto fondamentale al quale tengo in particolar modo, è far capire al cliente, che prima di contattare un’impresa per preventivare i lavori edili, è necessario che ci sia un progetto.

L’architetto, confrontandosi con il cliente in una prima fase e dopo aver effettuato il rilievo dell’immobile, sarà in grado di realizzare un layout di progetto ed un capitolato di massima (ovvero un elenco delle opere edili che dovranno essere eseguite, suddivise per categorie e quantificate). Con questi due importanti documenti, sarà allora possibile contattare una o più imprese, che con un adeguato sopralluogo potranno realizzarvi dei preventivi per conoscere l’importo delle opere.

L’architetto potrà aiutarvi durante i sopralluoghi con le imprese per fare tutte le domande del caso e successivamente a confrontare i preventivi ricevuti, per arrivare alla scelta dell’impresa che effettuerà i lavori.

Come si procede

Definito il costo di massima dell’intervento e scelta la ditta che effettuerà i lavori, è il momento di approfondire il progetto nel dettaglio e iniziare a definire le forniture (che incideranno sui costi finali). Si intendono per forniture i rivestimenti, i pavimenti, le porte, gli infissi, i sanitari e le rubinetterie.

Ricorda che è sempre meglio suddividere i lavori edili dalle forniture (che nel corso del progetto possono variare per motivi di progetto o di budget), in modo da avere sempre sotto controllo i costi.

Se condividerai con l’architetto le tue scelte, ti affiderai alle sue competenze, potrà aiutarti a scegliere i prodotti giusti nel rispetto del tuo budget, senza tralasciare lo stile che più ti piace.

Nella definizione del progetto, avrai la possibilità di vedere ancor prima di iniziare i lavori, come sarà la tua casa, grazie a i render fotorealistici degli ambienti con le scelte fatte, e sarai ancora in tempo per cambiare idea se qualcosa non ti convince!

A questo punto, l’architetto potrà realizzare un computometrico definitivo che tiene in considerazione tutti i dettagli che possono essersi aggiunti, come ad esempio i controsoffitti o parti in cartongesso, i corpi illuminanti e tutti i materiali e le forniture sopra citate.

Le pratiche edilizie

Demolizioni, costruzioni, impianti, opere in cartongesso, conformazione di cucina e bagni, finiture e materiali: tutto è stato definito ed approvato in un progetto definitivo.

E’ arrivato il momento di preparare le pratiche edilizie per dare l’inizio ai lavori. L’architetto si occuperà di tutto, una volta protocollata la pratica, possono partire i lavori.

L’impresa ti avrà fatto firmare un contratto d’appalto, nel quale sono riportate le opere comprese nel capitolato e la durata dei lavori. Il tuo architetto si occuperà di gestire il cantiere, le maestranze e i fornitori, tenendoti sempre aggiornato sulle tempistiche e sui procedimenti.

E’ molto probabile che già nelle prime fasi del cantiere, ci sia qualche imprevisto che può comportare delle modifiche sia sul piano delle tempistiche sia a livello di progetto e che questo possa comportare delle ulteriori spese non preventivate. E’ quindi importante, nella considerazione del budget iniziale, tenersi sempre un margine per gli imprevisti.

Il cantiere è partito!

Inizia qui la fase più difficile ed emozionante allo stesso tempo, le ristrutturazioni mettono sempre tutti a dura prova, sia per i risvolti economici, sia per le decisioni da dover prendere molto spesso in fretta.

L’architetto sarà sempre la tua spalla e medierà con tutti, per raggiungere gli obiettivi che vi eravate prefissati con il progetto. A volte bisognerà scendere a compromessi, ma fiducia e collaborazione sono alla base del rapporto. L’ultima parola sarà sempre la tua, ma un buon progetto è sempre frutto di dialogo tra le parti.

La durata del cantiere varia in base al tipo di intervento e alle opere da eseguire, durante questo periodo ultimerai le scelte relative all’arredo, ai colori, alle luci, ad opere da eseguire su misura, alle decorazioni. E’ importante sapere che alcune decisioni relative all’arredo vanno fatte già in fase progettuale, perchè da esse dipendono gli impianti (ad esempio per la la cucina ed i bagni) che rientrano tra le prime cose da fare dopo le demolizioni. Se il tuo architetto è anche un interior designer, ti potrà accompagnare in tutte le scelte fino alla realizzazione finale e farti rispettare le tempistiche per tutte le decisioni da prendere.

Fine lavori e aggiornamento catastale

Una volta terminati i lavori edili, l’architetto si occuperà nuovamente delle pratiche di Fine Lavori e di Aggiornamento Catastale. Con l’impresa si occuperà di verificare e quantificare eventuali lavori extra, per i quali i committenti sono a conoscenza, per procedere con le liquidazioni finali.

Se lo vorrai e lo avrete concordato, il tuo architetto continuerà a seguirti anche dopo l’ultimazione del cantiere, con il montaggio dell’arredo e nello styling della casa.

Finalmente è finita! E’ stato un percorso difficile, non senza insidie, magari con qualche imprevisto, ma la casa dei tuoi sogni è pronta per essere vissuta e presto dimenticherai tutto lo stress!

Lascia un commento

Rispettiamo la tua privacy e non pubblicheremo i tuoi dettagli personali.